NOVITA’ IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO     

In ottemperanza al TU D.Lgs. 81/08, sono stati attivati aggiornamenti in materia di "formazione" dalla Conferenza Stato Regioni del 21 Dicembre 2011 e in aggiornamenti successivi (gennaio e luglio 2012). I punti salienti in materia di Formazione nella sicurezza sul lavoro prevedono: 

  • Formazione dei lavoratori, dei preposti e dei dirigenti;
  • Formazione per il datore di lavoro. 

La formazione può avvenire sia in aula, sia nei luoghi di lavoro e anche tramite le modalità E-Learning. 

I datori di lavoro sono tenuti ad avviare i lavoratori, i dirigenti e i preposti a corsi di formazione in modo che i medesimi corsi vengano conclusi entro e non oltre l’11 luglio 2013. 

I nuovi assunti devono essere avviati ai rispettivi corsi di formazione anteriormente o, se ciò non risulta possibile, contestualmente all'assunzione. In tale ultima ipotesi, il relativo percorso formativo deve essere completato entro e non oltre 60 giorni dalla assunzione. 

PREPOSTI E DIRIGENTI: per tali soggetti l’applicazione dell’accordo 21/2011 per quanto facoltativa, costituisce corretta applicazione dell’art.37 comma 7 del D.Lgs 81/2008. Nel caso venga posto in essere un percorso formativo di contenuto differente, il datore di lavoro dovrà dimostrare che il percorso fornito dia una formazione adeguata e specifica. 

Per il preposto la durata minima della formazione deve essere di 8 ore. 

Per il dirigente la formazione si articola in 4 moduli aventi i seguenti contenuti: 

  1. Giuridico e normativo;
  2. Gestione e organizzazione della sicurezza;
  3. Individuazione e valutazione dei rischi;
  4. Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori. 

La durata minima della formazione per i dirigenti è 16 ore e deve essere programmata e completata nell’arco di 12 mesi. 

Per i dirigenti e i preposti è previsto un aggiornamento quinquennale di durata minima di 6 ore. 

LAVORATORI: I corsi di formazione per i lavoratori vanno realizzati previa richiesta di collaborazione agli enti bilaterali ove esistenti sia nel territorio che nel settore in cui opera l’azienda. In mancanza, il datore di lavoro procede alla pianificazione e realizzazione delle attività di formazione. 

Il percorso formativo per i lavoratori si articola in 2 moduli: 

  • Formazione generale: durata non inferiore a 4 ore e con contenuti generali in tema di prevenzione e sicurezza;
  • Formazione specifica: la durata minima di 4 ore per i settori con rischio basso,8 (rischio medio) o 12 (rischio alto) ore in funzione delle mansioni e del rischio specifico. 

Per i lavoratori è previsto un aggiornamento quinquennale di durata minima di 6 ore per tutti e 3 i livelli di rischio. 

DATORI DI LAVORO: i corsi di formazione per i datori di lavoro si articolano in 4 moduli (giuridico-normativo, gestione e organizzazione della sicurezza, valutazione dei rischi e formazione dei lavoratori) e in funzione del rischio la durata è la seguente: 

  • Rischio basso 16 ore con aggiornamento quinquennale di 6 ore;
  • Rischio medio 32 ore con aggiornamento quinquennale di 10 ore;
  • Rischio alto 48 ore con aggiornamento quinquennale di 14 ore. 

ESCLUSI: Non sono tenuti a frequentare i corsi di formazione i lavoratori, i preposti per i quali i datori di lavoro comprovino di aver svolto, all’11 gennaio 2012, una formazione nel rispetto delle previsioni normative e delle indicazioni previste nei contratti collettivi di lavoro. L'obbligo di aggiornamento per lavoratori e preposti, per i quali la formazione sia stata erogata da più di 5 anni dalla data di pubblicazione del presente accordo, dovrà essere ottemperato entro 12 mesi e in ogni caso entro e non oltre l’11 gennaio 2013. 

Non sono tenuti a frequentare il corso di formazione i datori di lavoro che dimostrino di aver svolto, all’11 gennaio 2012, una formazione con contenuti conformi.. Per tali soggetti e' però previsto l'obbligo di aggiornamento. Sono esonerati inoltre i datori di lavoro in possesso dei requisiti per svolgere i compiti del Servizio Prevenzione e Protezione. 

In fase di prima applicazione, non sono tenuti a frequentare i corsi di formazione i datori di lavoro che abbiano frequentato - entro e non oltre sei mesi dalla entrata in vigore del presente accordo - corsi di formazione formalmente approvati alla data di entrata in vigore del presente accordo. 

In caso di inizio di nuova attività il datore di lavoro che intende svolgere i compiti del servizio di prevenzione e protezione dai rischi deve completare il percorso formativo di cui al presente accordo entro e non oltre 90 giorni dalla data di inizio della propria attività.